L'Ordine inform@ - (Vita & Attività dell'Ordine)
Mercoledì 10 dicembre h 16.00: incontro con l'ENPAM e Corso ECM sul Dolore. Per la partecipazione non è necessario prenotarsi ...
Mercoledì, 3 Dicembre 2014

l’Ordine promotore di formazione e di informazione
Doppio appuntamento presso l’Auditorium della sede dell’Ordine - Mercoledì 10 Dicembre 2014 ore 16:00
Riforma previdenziale dell’ENPAM e Corso ECM sul Dolore
Il Corso rilascia 20 crediti ECM ed è gratuito


L'Ordine incontra l'ENPAM
Mercoledì 10 Dicembre 2014 alle ore 16:00, presso l’Auditorium “Gaetano Martino” dell’Ordine, si terrà il consueto appuntamento informativo con la Fondazione ENPAM, che anche quest’anno verterà sul tema della nuova riforma, entrata in vigore il 1° gennaio 2013, che ha consentito di raggiungere una sostenibilità a lungo termine e di mantenere, nonostante i necessari aggiustamenti, un sistema previdenziale autonomo, garantendo al contempo adeguatezza delle prestazioni nei confronti delle generazioni future.
La Fondazione ENPAM è stato infatti il primo Ente previdenziale privatizzato a mettersi in regola con i nuovi requisiti introdotti dal decreto “Salva Italia”.
Nonostante ciò, non tutti ancora conoscono i meccanismi che regolano il sistema previdenziale, nonché assistenziale, dei medici e degli odontoiatri, tanti addirittura non sanno nemmeno cosa versano ed a chi, altri invece ritengono esosi e non redditizi i contributi versati ai vari fondi ENPAM essendo convinti che un’assicurazione privata “renda di più”, altri invece ignorano che la Fondazione ENPAM abbia anche compiti assistenziali.
Ancora oggi infatti si avverte una errata percezione che la gran parte degli iscritti ha del nostro Ente di Previdenza ed Assistenza, che non è un esattore di tasse, ma un raccoglitore di contributi da gestire e restituire sotto forma di assegni mensili nel corso dell’intera fase post-lavorativa. Molti, inoltre, rivolgono critiche all’ENPAM alimentate, forse, dalla pubblicazione di notizie su pretese difficoltà dell'Ente, del tutto inconsistenti, sia della necessità di rivedere alcuni calcoli inerenti l'ammontare delle pensioni dei medici ancora in servizio.
Questo nuovo incontro informativo sull’ENPAM intende evidenziare la totale “trasparenza” delle scelte gestionali fatte dall’Ente e la sicurezza degli investimenti avviati.
L'Ordine ha intrapreso questa iniziativa anche per fugare le apprensioni sulla salute del nostro Ente previdenziale e per offrire agli iscritti informazioni esaurenti e esaustive sul loro futuro.
Corso ECM Fad-Blended sul Dolore
Nella stessa giornata si svolgerà anche l’evento formativo in modalità “Fad-Blended” su: “Il dolore: riconoscimento, valutazione e gestione”, che assegna 20 crediti formativi ECM e che continua il percorso formativo di Educazione Continua in Medicina, promosso dal Ministero della Salute in collaborazione con la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) e la Federazione IPASVI.
La caratteristica di questi eventi formativi, che la FNOMCeO in questi anni ha proposto ed accreditato, in collaborazione con Ministero della Salute ed IPASVI, sono corsi denominati FAD-BLENDED, a significare che prevedono una formazione o solo a distanza (web o fax) o mista con una fase anche residenziale da realizzarsi presso le sedi provinciali degli Ordini, previa autoformazione su apposito manuale, precedentemente pubblicato sul web, che contiene il test di valutazione finale da eseguirsi in sede plenaria.
I Colleghi interessati possono consultare qui di seguito delle brevi note introduttive relative alle tematiche trattate dal Corso di Formazione ed il manuale completo.
Il tema del trattamento del dolore e del sollievo della sofferenza è uno di quelli fondamentali e caratterizzanti l’esercizio della professione medica nei secoli. I medici sono tenuti a lenire ogni forma di sofferenza fisica con l’impiego dei numerosi farmaci e presidi oggi disponibili, che annullano la sofferenza fisica e ne placano quella ansiosa.
Nel nuovo codice di deontologia medica si ribadisce che “sono doveri del medico la tutela della vita, della salute psico-fisica, il trattamento del dolore ed il sollievo della sofferenza nel rispetto della libertà e della dignità della persona, senza discriminazione alcuna, quali che siano le condizioni istituzionali e sociali nelle quali opera”.
Ed all’art.16, laddove si tratta delle procedure diagnostiche e degli interventi terapeutici non proporzionati, si afferma con forza che “il controllo efficace del dolore si configura, in ogni condizione clinica, come trattamento appropriato e proporzionato”. Mentre all’art. 39 – Assistenza al paziente con prognosi infausta o con definitiva compromissione dello stato di coscienza -: “Il medico non abbandona il paziente con prognosi infausta o con definitiva compromissione dello stato di coscienza, ma continua ad assisterlo e se in condizioni terminali impronta la propria opera alla sedazione del dolore e al sollievo dalle sofferenze tutelando la volontà, la dignità e la qualità della vita. Il medico, in caso di definitiva compromissione dello stato di coscienza del paziente, prosegue nella terapia del dolore e nelle cure palliative, attuando trattamenti di sostegno delle funzioni vitali finchè ritenuti proporzionati, tenendo conto delle dichiarazioni anticipate di trattamento.
Ecco il nostro contributo al miglioramento della conoscenza ma soprattutto ad una maggiore e migliore attenzione professionale verso il tema del trattamento del dolore e della sue connotazioni etiche e deontologiche.
Il manuale del corso
Condividi sui Social Network
Stampa la pagina Segnala ad un amico News letta 1 volte
Cerca news
Le news più lette
Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Messina - Tel. 090691089 - Fax 090694555 - email info@omceo.me.it
PEC segreteria.me@pec.omceo.it - presidenza.me@pec.omceo.it